fbpx

Giovani senza voglia di lavorare: scopriamo la verità

Una polemica che dura da anni, quasi diventata uno status sociale. Stiamo parlando dell’accusa rivolta ai giovani italiani che non avrebbero più voglia di lavorare. Una critica sensata o una giustificazione a tante mancanze da parte degli imprenditori?

Ne hanno parlato di recente anche a ‘’Le Iene’’, programma televisivo di attualità e approfondimento, dedicando all’argomento un servizio intero. All’interno dello stesso, sono stati intervistati alcuni personaggi quali Alessandro Borghese e Flavio Briatore. Il cuoco ha esplicitamente dichiarato di non riuscire a trovare ragazzi per lavorare, poiché sono troppo legati al fine settimana in cui preferiscono divertirsi con gli amici, o pretendono compensi troppo elevati. ‘’Non hanno intenzione di investire su se stessi’’, dichiara poi lo stesso. Sulla stessa onda prosegue poi Flavio Briatore, sostenendo che i ragazzi non hanno voglia di mettersi in gioco, di rinunciare al divertimento e di impegnarsi nei suoi ristoranti.

Altre spiegazioni sono da ricercare in merito alle loro dichiarazioni, come ad esempio la rivelazione dei dati Istat, che testimoniano che mentre gli imprenditori cercano gente da far lavorare, le retribuzioni medie scendono del 3%.

Insomma sottopagati, senza voglia o nullafacenti, è vero che i giovani non hanno più voglia di lavorare?

Le Iene hanno allora deciso di girare alla ricerca di prove. E proprio nel weekend, trovano lavoratori under 30 ovunque. Chi fa il netturbino, chi il cameriere, chi il panettiere e chi il meccanico. Lavori manuali e non solo, c’è chi lavora per passione, per soddisfazione personale, per bisogno. Sacrifici, orari strazianti e anni di esperienza. Tra loro c’è chi ha iniziato a 15 anni, chi dopo, ma nessuno si lamenta.

Tra i ragazzi non ci sono particolari esigenze sul luogo di lavoro, solamente giustizia, orari consoni e paga proporzionale alle ore impiegate.
Dalla loro parte si schiera Brunello Cucinelli, da anni attivo nella lotta contro lo sfruttamento sul lavoro.

I ragazzi di oggi hanno voglia di lavorare, di imparare e di fare esperienza. Il lavoro offre loro indipendenza e soddisfazione personale: sfatare i luoghi comuni è importante per dare ai giovani le lodi che si meritano.

Scegli come condividere questo articolo

Facebook
WhatsApp
LinkedIn
Twitter
Telegram
Email
Skype
Print

Scelti per te

I più letti