fbpx

InTeam, pallacanestro inclusiva: adesso è realtà a Latina

Un progetto concreto, importante, giovane e soprattutto “Made in Latina”

InTeam è il primo corso di pallacanestro inclusiva che la nostra città abbia mai avuto. La scommessa, per ora rivelatasi vincente, nasce da lontano e precisamente da ottobre 2020 da due ventenni pontine: Alessia Montemurro e Valentina Ruggieri, rispettivamente educatrice e insegnante di mini basket.

Il 2020 è stato un anno difficile caratterizzato dalle restrizioni dovute alla pandemia che hanno limitato e non poco tutte le attività sportive. Queste restrizioni hanno isolato ancor di più le categorie vulnerabili che solitamente trovano nelle attività fuori casa una forma di socialità e di condivisone.

In tutta Latina e provincia i bambini così come gli adolescenti hanno un ampio ventaglio di scelte in ambito sportivo. Non è lo stesso per i ragazzi disabili che spesso svolgono molte attività in solitaria e non in gruppo.

Questa quindi la base del progetto InTeam: la necessità di dover cercare una soluzione che permetta a tutti di sentirsi inclusi, in primo luogo, nella propria città.

L’obiettivo del progetto InTeam? Sensibilizzare attraverso lo sport, e in particolare la pallacanestro, il tema dell’inclusione sociale. Come? Attraverso un percorso che coinvolge persone a sviluppo tipico e atipico di entrambi i sessi e include tutte le fasce d’età dai 6 anni in su, senza nessun limite.

Ad oggi gli scritti sono 40 articolati in tre corsi: Senior (16 anni in su), Junior (dai 11 ai 15) e Kids (dai 6 ai 10 anni).

Le regole sono quelle della pallacanestro, senza nessuna differenza. InTeam insegna lo sport in tutte le sue sfaccettature: divertimento, educazione, rispetto ma anche disciplina e spirito di squadra.

Da un anno a questa parte i ragazzi del corso di pallacanestro hanno avuto l’opportunità di confrontarsi con molte realtà diverse, Soprattutto, la squadra Senior, ha gareggiato contro alcune formazioni Under della nostra città in vere e proprie partite di basket. Non solo, lo scorso agosto presso il PalaRisaliti di Via Nascosa è andato in scena anche il primo “Torneo InTeam” che ha coinvolto più di cinquanta tra bambini e ragazzi.

Insomma un progetto neonato che è già una realtà concreta, e bellissima, della città di Latina.

 

Scegli come condividere questo articolo

Share on facebook
Facebook
Share on whatsapp
WhatsApp
Share on linkedin
LinkedIn
Share on twitter
Twitter
Share on telegram
Telegram
Share on email
Email
Share on skype
Skype
Share on print
Print
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter
Share on telegram
Share on email
Share on skype

Scelti per te

La “tristezza” del Blue Monday

Nel mondo degli umani è stato inventato anche il Blue Monday, che secondo qualche esperto sta ad indicare il giorno più triste dell’anno, e cade

Bandi: misure a sostegno dell’agricoltura

BANDO PUBBLICO per la concessione dei contributi alle imprese agricole produttrici di kiwi gravemente danneggiate dal cosiddetto fenomeno della “moria del kiwi”. La “moria dei

La “tristezza” del Blue Monday

Nel mondo degli umani è stato inventato anche il Blue Monday, che secondo qualche esperto sta ad indicare il giorno più triste dell’anno, e cade

Bandi: misure a sostegno dell’agricoltura

BANDO PUBBLICO per la concessione dei contributi alle imprese agricole produttrici di kiwi gravemente danneggiate dal cosiddetto fenomeno della “moria del kiwi”. La “moria dei

I più letti

Tra Internet e pandemia: piattaforme vs fake news

Sentiamo fin troppo spesso parlare di ‘’fake news’’, disinformazione ed ‘’infodemia’’, ma è interessante attualizzare tali termini al contesto in cui viviamo, caratterizzato dalla pandemia

Il nuovo modello phygital per il punto vendita

Nel prossimo futuro sentirete parlare del modello Phygital per il B2C Il consumatore “post pandemico” ha modificato il proprio approccio all’acquisto. Per il fatto di

Tra Internet e pandemia: piattaforme vs fake news

Sentiamo fin troppo spesso parlare di ‘’fake news’’, disinformazione ed ‘’infodemia’’, ma è interessante attualizzare tali termini al contesto in cui viviamo, caratterizzato dalla pandemia

Il nuovo modello phygital per il punto vendita

Nel prossimo futuro sentirete parlare del modello Phygital per il B2C Il consumatore “post pandemico” ha modificato il proprio approccio all’acquisto. Per il fatto di