fbpx

Vuoi creare un account Instagram di successo? Ecco come!

Sembra incredibile ma con qualche piccolo consiglio anche tu puoi ottenere un account Instagram di successo come quello di Chiara Ferragni.

Pianificazione, creatività e continuità sono le parole d’ordine!
Influencer non si nasce: una buona conoscenza e comprensione del mondo di Instagram, insieme ad alcuni trucchetti ed escamotage ti potranno aiutare ad avere successo e a raggiungere il tuo obiettivo.

Innanzitutto capiamo meglio cos’è Instagram?
Instagram è la piattaforma di social media oggi più utilizzata per condividere e commentare foto e video. Per tale motivo, sta diventando sempre più utile e redditizia per le aziende, per la pubblicità e per il marketing.

Quali sono le basi del successo?
Il primo passo è essere consapevoli e coscienti delle proprie intenzioni e del modo in cui voler avere successo su Instagram: ci vuole chiarezza sull’utilizzo che si vuole fare della piattaforma. Solo con un obiettivo ben definito si possono raggiungere dei risultati efficaci.
Diventare un Influencer, aumentare la portata del proprio account o rappresentare un’azienda e i suoi prodotti, è ben differente.

Per migliorare l’aspetto o il feed del tuo profilo è utile fare una panoramica della tua attuale posizione.
Hai già un profilo? Cosa pubblichi sul tuo account?

È utile chiedersi anche ‘’che aspetto ha il successo su Instagram?’’
Il successo è soggettivo, e pertanto è difficile definirlo in termini generali. Se ne possono invece analizzare i segni e le conseguenze. L’obiettivo riguarda in primis i follower, i mi piace, i commenti e i collegamenti, quindi il coinvolgimento e le interazioni che gli utenti hanno con i tuoi contenuti.
I follower sono i tuoi seguaci, quindi coloro che vedono nel loro feed i tuoi post. Ne consegue che un maggior numero di seguaci è un obiettivo desiderabile, poiché significherebbero più visualizzazioni dei tuoi contenuti. È però da considerare che non tutti i tuoi follower percepiscono e interagiscono con i tuoi post: spesso scorrendo nella home magari neanche li notano. Ecco perché sono più importanti le interazioni e i collegamenti che si vengono a creare. Poi, tra questi, sono di maggiore spessore quelli con un impegno regolare e costante.

Dopo alcune considerazioni generali, passiamo all’azione.
Osserva i tuoi ‘’competitors’’: studia qualche account che condivide post simili ai tuoi, per capire cosa funziona e cosa rappresenta un flop. Dopodiché cerca sempre di distinguere i tuoi contenuti da quelli altrui poiché su Instagram, come nella vita, l’unicità è sempre la più apprezzata.

Cosa distingue i tuoi contenuti dagli altri post?
Perché le persone dovrebbero seguirti?
Che tipo di valore aggiunto offrono i tuoi contenuti?
Il contenuto fa la differenza: senza di esso, è difficile avere successo. Offri qualità e valore aggiunto per ottenere migliori risultati.

Anche la quantità gioca un ruolo rilevante: ecco perché è importante pianificare a lungo termine i propri post; preparane parecchi e ordinane la pubblicazione, così da garantire un caricamento regolare sulla tua pagina.

Crea e modifica foto: quando crei le foto, trova e segui un tuo stile personale. Ordina i contenuti in modo tale che non siano in contraddizione di colori, generando un feed armonioso ed interessante. Utilizza tavolozze di colori per ottenere le perfette combinazioni di colore. Utilizza filtri e stili uniformi, per trasmettere un’immagine migliore. Una volta creati alcuni contenuti da tenere in bozza pianificane la pubblicazione meglio se usando strumenti appropriati.

Adesso sei pronto per iniziare a pubblicare.
Tieni a mente che i primi post, insieme a quelli già esistenti, servono a ‘’raccogliere dati’’. Così, dopo alcune pubblicazioni, riuscirai a capire qual è l’orario, il giorno, la descrizione e gli hashtag che ti permettono di avere più successo, ottenendo maggiore copertura e feedback positivi.

Sulla base di ciò, potrai pianificare i post successivi.
Solo chi pubblica regolarmente nuovi contenuti offre agli altri utenti di Instagram l’immagine di un account attivo, dove vale la pena dare un’occhiata più da vicino!

Scegli come condividere questo articolo

Facebook
WhatsApp
LinkedIn
Twitter
Telegram
Email
Skype
Print

Scelti per te

Villa Torlonia e Messina

Villa Torlonia, casa che l’omonima famiglia acquisì nello stesso 1797 in cui venne dotata del marchesato, e il cui ruolo centrale nella città di Roma

L’Abbazia di Valvisciolo

Un’abbazia ai piedi dei monti che delimitano la pianura pontina; un’architettura che apparenta il complesso, imperniato sulla chiesa e sul chiostro, a quello della vicina

Villa Torlonia e Messina

Villa Torlonia, casa che l’omonima famiglia acquisì nello stesso 1797 in cui venne dotata del marchesato, e il cui ruolo centrale nella città di Roma

L’Abbazia di Valvisciolo

Un’abbazia ai piedi dei monti che delimitano la pianura pontina; un’architettura che apparenta il complesso, imperniato sulla chiesa e sul chiostro, a quello della vicina

I più letti